Anita Giovannini

Frange… Frunge… FRINGE!

” È veramente buono battersi con persuasione, abbracciare la vita e vivere con passione, perdere con classe e vincere osando, perché il mondo appartiene a chi osa! La Vita è troppo bella per essere insignificante!”
Charlie Chaplin

Perdere con classe e vincere osando… ma battersi con persuasione sempre! Approderò al Fringe Festival di Roma tra una settimana esatta (a quest’ora sarò in scena), nella mia mente si affollano pensieri contrastanti… nel mio cuore si intrecciano emozioni furenti! Ho intenzione di salire su quel palco avendo bene a mente le parole di Charlie Chaplin. Questa volta non affronterò la sfida a testa bassa, con umiltà eccessiva e raccontandomi che poi, in fondo, vincere non è così importante. No, questa volta, no: questa volta vado per vincere. E sapete perché? Perchè lo devo a me stessa: perchè per la prima volta in vita mia voglio credere davvero in me stessa e in ciò che faccio, senza se e senza ma. Perchè per la prima volta in vita mia voglio darmi il diritto di considerarmi vincitrice. Ipotetica, sia chiaro, ma vincitrice. Ho dismesso i panni dell’eterna perdente, ho rispolverato una vecchia divisa scolorita: quella che usavo da ragazzina quando giocavo a basket. Ero una furia in campo, una tappetta infuocata con grinta da vendere e una voglia pazzesca di fare canestro e portare la mia squadra alla vittoria. Dov’è finita quella piccola Anita così determinata? Si era perduta, smarrita, persa tra le pieghe di un pezzo di vita troppo pesante da elaborare. Ho perso pezzi di me qua e là, smarrito il sentiero svariate volte, rischiato di perdermi e non ritrovarmi… Ma ora quella piccola tappetta infuocata è rispuntata fuori! Vuole il suo spazio! mi urla a gran voce: “Forza Anita! Sei sempre tu, non è cambiato nulla, solo tante prove superate!” . Ora quella piccola Anita mi sta dicendo che vuole camminare al mio fianco, sostenermi, incitarmi, proprio come faceva in campo con se stessa e con le sue compagne di squadra. Ora io e quella piccola Anita (quella tappetta infuocata!) camminiamo insieme, ci teniamo la mano e quando la sfiducia si impadronisce di me io le stringo forte la manina… e non mi sento più sola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: